Google Adsense:        


Latest articles

Tagboard

News TCG

News OCG

Deck Profile

sabato 26 gennaio 2013

By: Shining Star

Come prepararsi ad affrontare un Torneo di Yu-gi-oh!


Come prepararsi ad affrontare un Torneo di Yu-gi-oh!

Guida su come prepararsi a partecipare al meglio a un torneo importante del gioco di carte Yu-gi-oh!

Articolo a cura di Pikappa (Pasquale Guaragna)
Diventa fan di Yu-gi-oh! TCG Zone su fb: click: http://www.facebook.com/yugiohtcgzone
Iscriviti al nostro canale: http://www.youtube.com/user/yugiohtcgzone


Introduzione

Salve ragazzi, è qui che vi parla il vostro caro PK.
Oggi volevo trattare di un argomento importante, che interesserà sicuramente sia i nuovi Player che tentano di approcciare al gioco costruito, sia forse alle vecchie glorie, per confrontare le idee.
Infatti in questo artiocolo parlerò di "Come prepararsi ad affrontare, al meglio, un torneo importante".
Elencherò le mie opinioni in merito in questo decalogo di consigli, che credo possano essere utili a chiunque voglia giocare in eventi di grosso calibro.
Ovviamente sono solo Idee personali che ho in merito, quindi non è detto che debbano essere per forza giuste o veritiere, prendetele alla leggera, come linee guida da poi modellare secondo le vostre esigenze :)

Metagame



1) Metagame: Per chiunque voglia affrontare un evento importante, requisito è indispensabile la conoscenza del Metagame, contro quali mazzi e quali strategie sarà più probabile scontrarsi. Per far ciò sono necessari parecchi giorni, se non settimane, di playtesting, cercando di giocare TUTTI i mazzi del meta, non solo quello che poi verrà giocato al torneo. Ciò è necessario per capire come ogni strategia lavora, come può essere contrastata, e come giocare di conseguenza. 
Bisogna prestare particolare attenzione, sopratutto, a quei piccoli particolari nelle liste, come ad esempio la presenza - o l'assenza - di carte come Effect Veiler (Dissimulatore di Effetto), Gorz, The Emissary of Darkness (Gorz, L'Emissario dell'Oscurità) o Tragoedia (Tragoedia). Ciò può essere un informazione fondamentale durante le partite, specie se si prova a chiudere, o a fare giocate particolari che possono essere fermate da determinate carte.

Decklist




2) Decklist: Ricordate che il torneo inizia da casa, gia da quando state costruendo il vostro Deck. Bisogna creare la propria lista, sempre tenendo in considerazione ciò che si è imparato durante il Playtesting, quindi relativamente alla composizione del Metagame. Il mio consiglio personale è di non copiare le liste che fanno Top ai vari tornei, ma di prenderle solo come spunto, per poi capire come migliorarle e aggiungervi le proprie idee. Per quanto nel meta attuale le basi principali dei mazzi non possono essere variate più di tanto, un po' di fantasia può far sempre la differenza.

Ruling




3) Ruling: Imparare i ruling riguardanti il proprio mazzo è importante, imparare quelli riguardanti il resto del meta è fondamentale. Per quanto possa sembrare difficile, capire meglio come funzionano certe meccaniche di gioco dell'avversario può in molti casi dare un enorme vantaggio. Quindi è consigliatissimo cercare effettivamente di comprendere a fondo come lavorano certe carte in situazioni particolari, dato che ciò ci permetterà di evitare errori nel nostro gioco - oltre a evitare di essere, nel caso, imbrogliati dal furbetto di turno. 

Siding




4) Siding: La side è un aspetto di questo gioco tanto interessante, quanto complicato. Per costruire un Side deck utile, bisogna innanzitutti rifarsi a ciò che si impara durante i vai Playtest, per cercare i vari modi di counterare i mazzi da meta. Ovviamente tutto ciò va valutato a seconda della quantità di mazzi di un certo tipo che potremmo trovarci dinanzi (se, per assurdo, ci fosse un meta di soli Wind-Up, non esiterei a mettere carte come Gozen Match o Maxx "C" in tripla copia di side xD)
In ogni caso può essere utile anche aggiungere carte "Non troppo Situazionali", come ad esempio possono essere un Thunder King Rai-Oh (Rai-Oh Re Del Tuono) o Cyber Dragon (Cyber Drago), utili rispettivamente se si parte per primi o per secondi. Risultano estremamente utili anche carte dal molteplice utilizzo contro diversi mazzi, in modo tale da guadagnare spazio ed avere un maggior raggio d'azione. Inoltre, per quanto possa essere istintivo siddare quante più carte possibili contro un determinato mazzo, bisogna ricordare che lo scopo del gioco non è di bloccare le mosse avversarie, ma di vincere la partita. Quindi evitate di destabilizare troppo la vostra strategia principale.

Lettura



5) Lettura: Può all'inizio sembrare complicato, ma, con la pratica, si impara a farsi un idea delle carte settate dall'avversario o nella sua mano. Questo aspetto del gioco può determinare ampiamente l'esito di una partita, offrendo un notevole vantaggio al giocatore che sia in grado di leggere il gioco al meglio. La lettura delle carte non è una scienza esatta, ma ne si acquisice la padronanza con gli anni, e solo pochi ci riescono davvero. Il mio consiglio a riguardo è sempre lo stesso, la pratica rende perfetti (o quasi xD).
Inoltre aggiungo, citando Daniel Negreanu (noto giocatore di poker), che, nel caso si è fortemente indecisi in una determinata situazione, e non si hanno né i mezzi, né le possibilità di avere un quadro chiaro della situazione, la cosa migliore da fare è seguire sempre la prima impressione, quello comunemente chiamato istinto. Il nostro cervello è qualcosa di spettacolare: è capace di compiere ragionamenti e processi logici che non siamo nemmeno consci di fare.

Rulesharking / Slow Play / Trash Talking



6) Rule sharking - Slow Play - Trash Talking: Per quanto odiato, e purtroppo onnipresente nei vari tornei, il Rule Sharking può a volte risultare fin troppo utile. Personalmente, anche se opto quasi sempre per non praticarlo ed avere un rapporto simpatico e cordiale con l'opponent, vi consiglio di valutare la possibilità di farne uso solo nei tornei più prestigiosi, e solo se strettamente necessario, specie nelle fasi finali, dato che non è ben vista come cosa - ovviamente sempre nei limiti della correttezza. Naturalmente questo comprende anche tutte quelle azioni atte a far deconcentrare l'opponent, come chiedere in continuazione di dichiarare le fasi o contare costantemente le carte in mano. 
Molti giocatori non sono abituati a giocare sotto alti livelli di pressione e, spesso, per evitare di sbagliare qualcosa, commettono errori grossolani. 
Per quanto riguarda lo Slow play, essendo espressamente vietato nei tornei e bollato come Cheating, non vi consiglio di attuarlo. Al contrario, se vi trovate contro un avversario che visibilmente ha perso la concezione del tempo, vi conviene chiamare un Judge, che vi assisterà nella partita.
 Il Trash Talking, invece, è poco utilizzato ma molto utile. Consiste nel parlare continuamente di cose non attinenti alla partita, per cercare di distrarre l'opponent. Molti lo fanno involontariamente, magari essendo solo tipi molto socievoli, quindi è difficile individuare chi lo fa con malizia. 
In ogni caso, abituatevi a giocare sotto pressione, dato che difficilmente troverete chi vi farà giocare la partitina del sabato a questi tornei.

Riposarsi



7) Riposarsi: Per quanto sembri una cosa scontata, non bisogna sottovalutare l'importanza di un buon sonno. Spesso per affrontare tornei importanti, quali europei, YCS o nazionali, molti giocatori affrontano viaggi piuttosto lunghi, e ciò può essere debilitante per lo stato psico-fisico dei suddetti. Il mio consiglio a proposito, è di partire sempre un giorno prima dell'evento, in modo da andare riposati e tranquilli a giocare, dopo un bel sonno, ed evitare le nottate folli tra amici, se il giorno seguente avete il Day 2. Non fraintendetemi, se dormire poco fa male, dormire troppo è anche peggio, si rischia di essere assonnati e poco lucidi. Solitamente, per una persona media, 7 ore sono più che abbondanti, ma ognuno ha il suo ritmo.

Alimentazione



8) Alimentazione: Non trascurare l'alimentazione è fondamentale in questi tornei, in quanto stare anche 10/12 ore, tra sale affollate, corse agli abbinamenti, e partite varie, richiede grande sforzo mentale, ma anche fisico. Dopo alcune ricerche, vi posso consigliare di: abbondare a colazione (anche dolci, latte, frutta, e quan't altro) dato che vi fornirà l'energia per gran parte della giornata e rimanere leggeri a pranzo, dato che nel caso di pasti troppo pesanti, si rischia di assopirsi nel primo pomeriggio. Tra un turno e l'altro, concedetevi pure qualcosa di leggero, coadiuvato a integratori o energizzanti. Inoltre non trascurate l'idratazione, specie durante la stagione torneistica estiva, durante la quale si svolgono la maggior parte dei tornei importanti.

Resistenza




9) Resistenza: Uno dei problemi principali che possono sorgere durante un big event, riguarda sicuramente la durata degli stessi. Ai nazionali, come agli europei e gli YCS, spesso si programmano anche 7/8 turni solo nel Day 1, è ciò può essere distruttivo per una persona non "allenata" a certi ritmi, è infatti facile, specie nelle ultime fasi, perdere la concentrazione, è iniziare a sbagliare mosse su mosse. Per ovviare a questo problema, si può ricorrere a del buon Caffè o agli Energy Drink. L'importante è non abusare della Caffeina e di sostanze simili, dato che nel lungo periodo creano assuefazione, riducendone gli effetti, e se sovradosate, rendono gli effetti opposti. Personalmente, prima di un evento, cerco per una settimana di non cere caffè o altro, giusto per massimizzare l'effetto, e , per quanto possa sembrare una cosa strana, solitamente rende bene.

Ansia



10) Ansia : Nel qual caso il torneo fosse importante, possono sopraggiungere quelle bastardissime senzazioni, quali ansia ed agitazione. Ovviamente è inutile dire che non possono essere che controproducenti, ai fini di un gioco calmo e ragionato. Su questo punto c'è poco da dire, rilassatevi, prendetevela comoda, e sopratutto, divertitevi, siete li sopratutto per questo. Paragrafo a parte, deve essere fatto per i Feature Match. Se vi capita di star facendo un buon result, potrebbero chiamarvi per fare un Feature, in cui sarete sotto le attenzioni di tutti. Qui c'è poco da fare, cercate di non andare in soggezione, non guardate la telecamera, e giocate normalmente, come tutti farebbero, sciolti e disinvolti. "Just relax, and take it easy

Conclusione

Questo è quanto, credo non ci sia altro da dire in merito. Ripeto che queste sono solo mie impressioni e idee, che ognuno può valutarle tranquillamente, e, nel caso siano trovate interessanti, farle proprie ed adattarle alle circostanze. Ricordate, in ogni caso, che l'importante è divertisi.
Un saluto e buona fortuna a tutti, per i vostri futuri tornei !

Wanna leave a comment? Choose your favourite system!
commenti googleplus
commenti blogger
commenti facebook

Nessun commento:

Posta un commento